Il mio sogno? trovare l'anima della corsa.. e della vita.

giovedì 30 luglio 2009

Limbara 10,4 km (7%) – 1h 02’ 30’’


Stamane avevo un appuntamento con il Limbara, l’avevo già previsto dall’anno scorso e ultimamente dopo le ultime fatiche dello studio mi son deciso finalmente a provare di nuovo questa salita dopo un’attesa di un’anno. Dovevo migliorare di almeno 5 minuti in base a quanto avevo scritto nel post dell’anno scorso. Arrivo alle pendici che erano appena passate le 8 e mezza. Mi sento abbastanza bene, infatti non faccio neanche un metro di riscaldamento. Conosco talmente bene la salita che so come partire e come evitare possibili problemi. Inizio con un passo di 6’ a km che tengo per i primi 2 km.


Le percentuali di pendenza si tuffano ogni tanto verso il 10% per poi dare leggere tregue, inizio già ad accorgermi che faccio una cosa insolita, passo lungo i cordoli in cemento nella corda della curva, dove è maggiore la pendenza. Non mi fanno paura, anzi ci passo apposta quasi per sfida e per poi ricevere in premio una diminuzione di pendenza quando ritorno sull’asfalto, dopo pochi metri. Dopo i primi 12 minuti inizio un’attimo a rallentare, non è il caso di uscire fuori giri, so che prima di Valliciola, posta al km 6 del percorso, potrei pagare salato. Nonostante tutto la salita và via veloce con qualche accelerazione nei tratti meno pendenti e comunque arriva leggerissima una crisi che mi fa aumentare la concentrazione per ritornare ad un passo che mi permetta di allontanare gli spettri della camminata. Più avanti dopo una mezz’ora mi aspetto di trovare un rettilineo molto difficile, ma non mi accorgo che invece son già arrivato al tratto in piano di Vallicciola. Accidenti non mi son accorto di averlo già passato. Arrivo quindi in un baleno a Vallicciola e pensando al fatto che non mi rendessi più conto dei tratti più duri, mi sembra di percepire cosa pensasse Pantani quando quella volta chiese al gregario quando arrivasse il tratto duro e questo li rispose, ci sei già. Passo con un tempo stratosferico all’inizio della rampa che porta all’unica discesa che si affronta per salire verso Madonna della Neve. Ancora non mi immaginavo quanto stratosferico. Affronto l’impegnativa discesa con passo convinto grazie al rinforzo che hanno ottenuto le gambe in quest’anno e invece che recuperare il fiato tengo velocità per le prime centinaia di metri della salita, poi calo perché so che dovrò affrontare il muro!! Infatti di lì a breve ci sarà una salita che stimo ad oltre il 18% e che porterà ad un tratto di salita che non darà scampo tranne che in un breve tratto poco prima della svolta della chiesa. Tutto il resto è quindi un'unica salita continua fino al cancello del finale. Ma torniamo indietro: arrivo al muro e imposto un passo breve e svelto, ho anche la lucidità mentale per passare nel tratto in ombra sulla sinistra e tengo duro!!! Il tratto più difficile è passato, ora se non si hanno crisi dovute ad uno scarso allenamento o ad una cattiva gestione è fatta!! Si tratta di soffrire solo per altri 15 minuti circa.



Si passa davanti all’ingresso per andare alla chiesa, che arriva sempre in un'attimo ( l'anno scorso e 2 anni fà mi sembrava di dover scalare gli ultimi 200 metri dell'Everest..) e si va dritto, manca meno di un km. Ma io so già che sarà più breve di quel che sembra. Le energie arrivano per non farti fermare! Penso che questa volta son arrivato su in un lampo e tale era la concentrazione e la velocità rispetto alla scorsa volta che interi tratti di strada li ho percepiti di meno, non li ho visti. La strada mi è sembrata più corta come in quella volta quando ho fatto 30’’ nei 200. Un’ultimo sforzo e passo l’ultima curva, vedo il cancello, pochi passi e l’ho a portata di mano, lo tocco, blocco il timer, non ci credo 1h02’30’’. Nuovo record migliorato di 14’09’’!!!! Sono molto sorpreso..ancora un po’ e per poco vado sotto l’ora…che doveva essere un’obiettivo ancora lontanissimo e che cmq è ancora molto difficile…si tratta di circa 15’’ a km da togliere. Ci ripenso ancora..mi sembra di essere stato in un'altra dimensione per un'ora..un'ora che sembravano 3/4..mi sembra quasi di aver sbagliato strada talmente son stato veloce..è un'emozione stranissima!
Ancora ora che scrivo non riesco a capire, son andato molto forte..e pensare che in certi momenti mi sembrava di fare lo stesso passo, poi avevo intuito che qualcosa invece andava meglio ma non capivo quanto!! Provo un enorme felicità!! Mi godo gli alberi, il panorama, cerco di apprezzare al massimo l’aria, la chiesetta, la Statua della Madonna..sono a casa mia!
Per altre foto vi invito su facebook. Saluti a tutti!

4 commenti:

Mathias ha detto...

il Davide che conosciamo è disceso da lì.. sei solo tornato alla fonte. Mitico.l'anno prossimo under 1h è d'obbligo
il 9 agosto c'è la corrilimbara..fermo però non è quello che pensi, credo sia una specie di trail a vallicciola di qualche km..vedi il sito fidal!

paolo72 ha detto...

ciao davide complimenti, veramente un bel percorso e un bel post un giorno mi piacerebbe venirci continua cosi ci si vede sabato ciao

Ale_1957 ha detto...

Ti seguo... sul blog. Commento poco perchè mi fai restare sempre senza parole. Complimenti e continua così.

Ribichesu Davide ha detto...

x Mathias..si l'ho vista..è una corsa su a Vallicciola..ma non c'è un metro di salita..ne parlavo con Paolo in pista..è piuttosto lontano..son 80km.. andavo se dovevo fare almeno la salita fino a Vallicciola..ma credo che in quei giorni mi allenerò a casa per il 16 agosto.
X Paolo..alla fin fine ho trovato questo periodo..ma son sempre lieto di riuscire ad organizzare.
X Ale Grazie!!