Il mio sogno? trovare l'anima della corsa.. e della vita.

domenica 26 luglio 2009

Macomer - San Pantaleo (8550m - 34'15'')



Ieri in Sardegna Io e Paolo a rappresentare il mondo dei blogtrotters per la gara di Macomer in onore a San Pantaleo. Un bel caldo smorzato dal vento, stranamente, ci accoglie in un paese di solito fresco. Subito facciamo un lungo riscaldamento che ci porterà a fare 4 giri di percorso. Un percorso insidioso, con ciottolato in salite ripide, curve e controcurve ad angolo retto tra le case, discese spacca gambe e lastroni. Durante la gara si alzerà ancor di più il vento nel rettilineo dopo la salita rendendo la gara piuttosto dura. La distanza da coprire sarà di 8550 m da dividere per 5 giri.



La partenza arriverà dopo le gare dei ragazzini, nel momento in cui la temperatura iniziava a scendere. L'acqua comunque scorreva a fiumi lungo il percorso mega sorvegliato e totalmente chiuso dal tipico nastro rosso e bianco. Ogni singola via chiusa e con una persona a controllare il percorso. La gara anche per questo motivo sarà veramente divertente e darà una sensazione di sicurezza mai provata prima. Ma passiamo in dettaglio al percorso: partenza e subito svolta a destra in una strada larga, poi dopo un centinaio di metri si entra nel centro storico e sarà un susseguirsi di viuzze strette e tortuose, si passa da un'angolo all'altro sfiorando i muri delle case e cambiando costantemente direzione (anche una bella curva su terreno sconnesso dove il piede scivola per la forza centrifuga e bisogna stare parecchio attenti..ma che aumenta l'aspetto tecnico), brevi discesine e una piccola piazza da tagliare, si arriva all'ennesima curva per fare una discesa ripidissima e poi uno strapetto in ciottolato (sento le pietre sulla pianta del piede) e poi di nuovo in una breve discesa, un pezzo d'asfalto e di nuovo ciottolato in una ripida salitina, di nuovo controcurve in discesa e si rientra nella strada larga in salita, rettilineo nella via principale e si gira verso il traguardo. Un percorso direi divertentissimo e tecnico, dove fare bene le curve ti predispone a non dover ogni volta rilanciare la velocità. Anche la salita ripida in ciottolato mi piace sempre più e riuscirò a farla bene solo negli ultimi 2 giri.



Per quanto riguarda la gara invece questa volta parto un po cauto, oggi non è il caso di partire sparato, ormai inizio a capire quando posso tentare di conquistare un buon piazzamento e quando no. Comunque dopo la partenza supero una cinquantina di atleti e mi metto in una posizione che mi pare adeguata, studio il primo giro a ritmo gara e terrò quel ritmo per tutti i 34'15''. Finirò stanco ma con la possibilità di fare una mega volata. Invece aumenterò il tanto per passare l'avversario che avevo davanti. Più o meno la prestazione è la solita, arrivo vicino agli stessi visi e un 4'/km di media penso vada bene per un tracciato così dispendioso.
Una cosa che ho notato è un nuovo modo di correre, più impostato, sembra che la pista abbia già dato qualcosa, mi sembra di riuscire ad allungare appena ho la strada libera e mi sento più elegante nei movimenti, più agile.
Le gambe vanno bene e tranne la stanchezza generale, anche ora che scrivo non ho problemi.
Alla fine arriverò 4° di categoria a 4'03'' dal vincitore assoluto.
La serata sarà accompagnata come il resto della gara dalla magnifica e attenta organizzazione della Fiamma Macomer che ci distruggerà :)))) con panini con salsiccione, wurstel e salumi. Inoltre birra e bibite varie più dei buonissimi dolci finali di tutti i tipi. Il vento fresco inizierà a farsi sentire e con essa finirà anche la manifestazione con le premiazioni varie. Una bellissima gara e un bell'ambiente mi riporteranno sicuramente da queste parti.

10 commenti:

Mathias ha detto...

Io mi sorbivo 7 ore di macchina. Quanto vi ho invidiato..pensavo a voi nelle curve della Corsica.
Veramente difficile come percorso, il tempo è notevole.
Sto cercando dettagli per quella gara di Sassari da mille(ma sul sito currichesimagna ancora non c'è nulla!), mi sa che mi faccio quella e pure Corriamo Verso la Mercede. Voglio abusare :-)

Ribichesu Davide ha detto...

x Mathias..io giovedì Limbara, venerdì pista, sabato Mercede..ancora non ho conferma, cmq se venerdì facciamo pista ci salite a Sassari con Lucky..io la buto lì,sennò ci vediamo direttamente sabato e poi ci organizziamo le prossime uscite. ciao!!

Mathias ha detto...

eh si che lo porto a pascolare in pista.. il problema sarà la fidanzata, spero non ci uccida con un coltello a serramanico lungo il tragitto!

paolo72 ha detto...

Gran bella gara sabato, ho visto i tempi e si stanno accorciando rispetto a qualche tempo fa l'importante è non mollare ci sentiamo in settimana ciao

Frate_tack ha detto...

E chi te ferma più! Sei il sardo volante ormai!

Ribichesu Davide ha detto...

x Paolo: ci sentiamo si pe la conferma. Con un passo di 3'45'' si starebbe lì davanti di lusso in quste gare..
x Frate Tack: ma tu scendi a fare la Poglina Villanova? l'anno scorso credo di averti intravisto con Mathias..peccato che ancora non conoscessi nessuno..

Francarun ha detto...

Ma sei proprio un Ghepardo, con la differenza che l'animale dopo si riposa, ma tu no !
Stai andando troppo forte....il Ghepardo tu lo batti !

Ribichesu Davide ha detto...

x Franca.. :) ,adesso bisogna battere gli altri felini che girano liberi per la savana..hihihi

Francarun ha detto...

Appunto ora ci daremo battaglia a tutti i felini che ci sono rimasti !!!

Ribichesu Davide ha detto...

X FRancarun!! Certo!!! :)