Il mio sogno? trovare l'anima della corsa.. e della vita.

lunedì 15 giugno 2009

VIII Maratonina di Tempio (10,650km - 44'09'')



Ieri mattina sveglia alle 7, mi son alzato prima dell’avviso del cellulare..devo dire che mi sentivo abbastanza bene per aver dormito 6 ore e mezza. Infatti da Laerru ero andato via quasi alle 23 e tra una cosa e l’altra si era fatta ora e come se non bastasse ho fatto fatica a prendere sonno. Comunque dopo che parto da casa un piccolo dolorino al tibiale destro e la pancia un po’ gonfia mi accompagneranno fino al termine della gara. Arrivo puntuale al ritrovo di Tempio Pausania, una fresca e suggestiva città alle basi del Monte Limbara, la mitica montagna che fa da cornice al mio test in salita più importante. Incontro Mathias, e devo dire che ogni giorno che passa lo vedo sempre più in forma, si vede che i nuovi allenamenti stanno facendo effetto! (non vorrei esagerare ma credo di distinguerlo anche dallo sguardo che ha nel pregara).



In tempi contenuti recupero il pettorale e poi faccio un po’ di riscaldamento..questa volta ne ho poca voglia, ieri invece mi ero mangiato subito 2 giri di circuito e dopo ho continuato ogni 5 minuti a tenermi in moto. La gara per fortuna partirà anche 15 minuti prima, anche se siamo oltre i 500 metri di quota il caldo si fa sentire! La gara di ieri si svolgerà partendo dal bel Viale Fonte Nuova, immerso in un boschetto in cui dopo le prime centinaia di metri affronteremo una ripida salita che porterà nuovamente sulla strada principale. La strada continuerà a salire..avevo calcolato quasi 70 metri di dislivello in circa 1500 metri..forse di più. In ogni caso si rimaneva senza fiato. Su in cima si arriva alla panoramica, all’inizio un viale in cui il vento soffiava contro e poi si girava leggermente su un tratto esposto al sole. In breve tempo si passava ad affrontare la lunga discesa abbastanza ripida da diventare tecnica (mi sembra più di un km) in cui si doveva spingere ben bene per non farsi staccare. Alla fine della discesa, uno strappo riportava al viale. Il circuito era 3550 metri da ripetere 3 volte. Io son partito piano, la pancia mi faceva leggermente male (sabato non ho mangiato proprio un bel piatto di riso in bianco come al solito..anzi..^_^), ma come pensavo dopo i primi km non è più stato un problema. In effetti un po’ ero anche stanco da sabato e anche in discesa sentivo la tibia darmi un pochetto fastidio. Mi sembra di andare un po’ sotto il mio 90%. Vedevo subito allontanarsi i componenti del primo gruppo, però alla fin fine il passo è stato costante e la gara è andata molto bene!! Sicuramente in discesa non son riuscito a tirare come nel caso della gara di Ghilarza e qualcosa ho perso. Un altro punto importante da sottolineare è la mancanza di fiato. Sia a Laerru che qui a Tempio sento che le gambe hanno forza ma ho bisogno sempre di aria. Per il resto ho trovato molto veloce il percorso (forse per la particolare cornice che mi rubava lo sguardo ogni tanto) ed ho avuto la sensazione che la gara fosse passata in un lampo. Come sempre il circuito delle nostre gare è vario e per niente noioso, anzi questo era molto particolare. Passiamo alla fine della gara: mi trovo ad aver fatto 44’09’’, un ottimo tempo ottenuto arrivando stanchissimo, infatti appena mi fermo, devo sedermi.



Non sono andato per niente piano come mi sembrava e porterò a casa un bel terzo posto di categoria. La gara ha anche riservato delle sorprese, infatti il vincitore con il tempo di 39’04’’ è un MM50, certo i Senior super forti non c’erano, ma sembra che questo percorso abbia fatto valere le doti dei signori di una certa età. E dovevate vedere come volava il primo degli MM60 davanti a me. Sono sempre più sorpreso da quanta passione e forza abbiano questi signori! Per quanto riguarda le premiazioni, come in tutte le gare del campionato CurreSardiniajò i premi son rappresentati da vino, salsiccia, formaggio, panadas e dolci: erano tutti tipici della nostra isola.



Il clima era molto festoso, oltretutto c’era una gara di downhill in mountain bike. Gara bellissima, con tutti gli atleti attrezzati di particolari sistemi di protezione che non avevo mai visto da vicino. Questa gara ci terrà compagnia durante il pranzo effettuato dopo la nostra corsa, un buonissimo pranzo con zuppa gallurese cucinata in modo simile ad una pasta al forno (la cosa più buona che abbia mangiato negli ultimi tempi), salsiccione, pancetta e carne in umido..dovevate sentire certi odorini..e poi birra, vino etc…

son stato benissimo anche oggi, in più la società organizzatrice ci ha ridotto il prezzo dell’iscrizione e dobbiamo ringraziarli molto per il bel gesto!! Anche questa volta dopo aver scattato le foto ai ragazzi del downhill vado via contento e soddisfatto..


e quando sento un po’ quel piccolo dolce dispiacere di allontanarmi dal luogo della gara penso che sia la cosa migliore, perché vuol dire che mi son divertito e tutto è andato bene!


P.S. a proposito ci son stati anche 3 bei premi a estrazione (tra cui un soggiorno nella località sarda di Vignola e un bella visita dell’arcipelago della Maddalena) che hanno fatto molto felici i vincitori.

8 commenti:

Mathias ha detto...

Lo sguardo mio era più determinato perchè ho visto le cibarie del post-gara. :-) Comunque organizzazione mostruosa. Una figata
tu forse sei un pò stanchino dalla doppietta ora rifiata mi raccomando..o ti fai ploaghe-macomer.
Quelli del down hill pazzi totali

Ribichesu Davide ha detto...

x Math:Faccio Ploaghe - Macomer e poi siccome non ci saranno gare (..a quanto sembra..) mi farò un pò più di lunghi e corse più tranquille e meno qualità..

Anonimo ha detto...

Stai davvero facendo incetta di premi e di grandi gare sempre corse alla grande!

Forse però ha ragione Math, dovresti rifiatare un po' per non esagerare ...

A presto!
Lucky

Ribichesu Davide ha detto...

x Lucky..ancora queste due e poi mi riposo un pò..effetivamente anche dal punto di vista mentale fare molte gare è stressante..ti tolgono la capacità di soffrire..e bisogna far riposare anche quella, oltre al fisico. ciao

paolo72 ha detto...

ciao davide, meno male che eri un po provato dalla gara di sabato se non erano cavoli per tutti dai che stai rosichhiando sempre minuti ai primi sembri la corsa che fa la ferrari a recuperare il gap dalle brawm ciao

Ribichesu Davide ha detto...

X Paolo, forse avrei fatto 30-40'' in meno..ma non ne sono certo..la gara del giorno prima mi ha creato qualche difficoltà in discesa..comunque mi ha fatto divertire il paragone..lo trovo molto azzeccato..invece che decimi qui si parla di recuperare secondi..^_^

Mathias ha detto...

credo anche io saresti sceso di quel tempo da più fresco.
L'allenamento paga, la gara serve per finalizzare gli sforzi fatti. D'altra parte prendendo cestini a destra e manca e godendo di quel bel clima delle gare come si fa a non parteciparle
ps: io in pratica a tempio mi son fatto fuori un cestino, tra dolcetti offerti di qui e panadas mangiate di là..vinelli..mi piace esser amico dei vincitori ah ah

Ribichesu Davide ha detto...

x Math: ^_^ hihihi..