Il mio sogno? trovare l'anima della corsa.. e della vita.

lunedì 22 giugno 2009

Macomer – 21° Corsa Verde (8,1 km - 33'40'')




Potrei iniziare questo post scrivendo: ma che razza di tempo fa? Oppure domenica ho subito una crisi? O anche: una gara da fare! Meraviglioso bosco fatato!
Fatto sta che al ritrovo alle 9 del mattino trovo un freddo da paura! Dal parco macchine, per fare 500 metri a piedi per salire alla chiesa di Sant'Antonio a pochi km da Macomer, mi sbattono quasi i denti. Ho la doppia canottiera per correre, maglietta e la felpa, ma ho comunque molto freddo. Ok.... siamo a 800 metri di quota, ma non è proprio la giornata di 48 ore prima. Dopo che prendo il numero inizia pure a piovere leggermente così come aveva previsto il meteo. Mi scaldo molto e nel frattempo parlo con le persone che sto iniziando a conoscere. La partenza sarà intorno alle dieci. Le sensazioni delle gambe sono buone però ho sempre un po' il dubbio che non riesca a fare bene. Oltretutto come mi succede quando faccio le doppie gare non mi sento perfettamente bene ed ho sempre un po' di problemi dati dal sonno e da una cena fatta fuori. In pratica sento più la stanchezza della giornata fuori casa che la fatica della gara. In ogni caso non rinuncerei mai a fare queste gare, perché se proprio non riesco a ottenere il 100% è sempre un ottimo allenamento e un momento di socializzazione e di conoscenza territoriale. Il paesaggio come ho detto è meraviglioso e mi rapisce lo sguardo, l'aria è già diversa rispetto a quella di altri luoghi, c'è un particolare fresco che dopo il riscaldamento non dà più fastidio.



Passa poco e si parte, sono nelle prime 15 posizioni e seguo da vicino chi può fare un passo un po' più veloce del mio. Mi sembra di stare bene, i primi 2 km vanno via bene. Però piano piano il gruppo si sfilaccia e la discesa di circa 4,4km mi fa perdere contatto con molti avversari e molte persone che solitamente mi arrivano vicino, altre invece rimangono più indietro. Tra le 3 o 4 spruzzate di pioggia che ci investono penso che è una gara strana, alla fine non riuscirò a capire bene se ho fatto un buon tempo o se son andato un po' più piano rispetto alle altre volte. Sta di fatto che all'inizio della salita di circa 3,7 km con pendenze dal 5 al 7% nello sterrato di un sentiero (ottimo da fare in fuoristrada) inizio a cedere. Poco prima ero contento del primo km, in quanto stavo recuperando facilmente delle posizioni. Ben presto mi sento svuotato dalle energie e nonostante tutto riesco un po' a limitare i danni. Ad un certo punto penso che forse questa potrebbe essere una di quelle volte che arriverò correndo proprio piano. Pensandoci ora, con questo atteggiamento, forse almeno in 5 o 6 gare passate dovevo ritirarmi. Comunque questa volta qualcuno mi starà dietro e altri mi passeranno davanti. Sicuramente non è stata per niente una giornata brillante! Mi ricordo solo che dopo la bellissima discesa in asfalto contornata dagli alberi, e il primo tratto di salita spoglio dalla vegetazione, ho visto solo le spalle di chi superavo nelle prime centinaia di metri e poi quando son entrato in crisi, c'era solo la terra e le pietre. Guardavo per terra e poi ogni tanto in lontananza a vedere se vedevo maglie conosciute. Ad un certo punto dove forse un po' mi son rilassato ho alzato lo sguardo ed ho sorriso per la bellezza del paesaggio. Ero in mezzo ad un fitto bosco, sapeva di magia e di mistero, avrei voluto percorrerlo all'interno, ma ho tirato dritto, i passi più piccoli del normale e nonostante tutto non mi fermavo, a questo punto ho riconosciuto la strada dell'arrivo fatta in riscaldamento e dopo lo strappo finale arrivavo stravolto al traguardo.

Ringrazio l'Amatori Nuoro per la pubblicazione della foto precedente nella loro galleria

Ora mi aspettava l'anguria ..la cosa migliore che potessi desiderare nonostante il fresco ancora pungente. Poi un po' di dolce e mi rinchiudo in macchina per riposarmi e cambiarmi. La premiazione sarà un po' più a valle in un bel casermone al coperto. Credo che arriverò 6° di categoria (il risultato invece sarà 8°), dietro a dei bravissimi TM che ho imparato a conoscere come valore. Vincerà lo stesso MM50 che aveva vinto a Tempio. Io chiudo questi 8km e poco più in 33'40'' mentre il vincitore farà 29'24'' circa... tutto sommato mi sembra di aver corso come sempre..boh..comunque devo ritornare a tenere un po' sotto controllo il peso e l'alimentazione. Dormire un po' e fare del fondo. La premiazione sarà bella frizzante, questa era la ventunesima edizione di questa corsa e c'era anche un po' di emozione per questo processo che continua di anno in anno. Tutto il personale era gentilissimo e dai rifornimenti in gara fino al pranzo post gara è stato tutto gestito con professionalità. Grande pranzo quello che ci hanno offerto, dall'antipasto ai gnocchi al sugo, al secondo di pecora bollita, al formaggio, dolci, frutta, caffè etc. E' stato tutto servito con molta gentilezza e alla fine sia noi che i nostri compagni di tavolata abbiamo ringraziato con cuore un signore dell'organizzazione. Il clima e le amicizie son continuate anche oggi e le persone si son sciolte in racconti e canti.
Anche ieri quindi un ottima giornata!
P.S. Mi dispiace non essere rientrato in premiazione (ieri era praticamente impossibile con il mio attuale valore) perché oltre i prodotti contenuti nella busta c'era un grosso librone che se non sbaglio era sulla storia e città di Macomer (o comunque riguardava in ogni caso Macomer). Anche a Ploaghe, nella busta che ho preso, oltre i prodotti c'era un libro sul paese (i suoi poeti e le sue tradizioni). Questo aspetto di mettere dei libri, alcuni di difficile reperimento, mi interessa molto e la trovo un'idea molto azzeccata, quindi la consiglierei molto.



Oggi è anche il mio primo anno di corsa e son proprio contento! Magari scriverò qualche riga più avanti! Saluti a tutti.

6 commenti:

paolo72 ha detto...

Sicuramente in questo periodo hai fatto molte gare e quindi magari ti senti un po svuotato, poi hai partecipato a gare dove l'ospitalità è la prima, comunque tutto sommato sei arrivato a pochi minuti dal primo nonostante tutto e questo deve essere di slancio per le prossime gare ciao a sabato

Ribichesu Davide ha detto...

X Paolo: infatti è stata una gara proprio particolare..beh ormai comunque penso a Sennori, ci vediamo! ciao

Mathias ha detto...

la valutazione del tuo valore in sta gara, tra salita e sterrato è difficile da dare. Hai ceduto in salita secondo me anche perchè ti manca allenamento specifico..3.7km al 7% non si trovan tutti i giorni vicino a casa. Però che bel posto mi hai fatto vedere..questa me la segno da fare..
ps: dobbiam iniziar a pianificar le corse che faremo far a lucky.. :-)

Mathias ha detto...

ah..più di due righe..il compleanno podistico è bellissimo da ricordare! quelle cose che mi dicesti a tempio dei tuoi inizi, della fatica..son ricordi da afferrare prima che sfumino

Ribichesu Davide ha detto...

x Mathias, ci penserò su e scriverò quello che di più interessante mi vien in mente. Per Lucky..a proposito quando viene?..cmq ci sarebbe Scala Piccada, Porto Conte e Capo Caccia, lago di Baratz..poi se volete potete accompagnarmi in qualche mio test tipo ad Osilo e Limbara oppure c'è comunque la pista di Sassari, oppure il percorso della gara di Villanova..tanto dovrò provarlo.

Francarun ha detto...

Sei stato a rigenerarti, ma per modo di dire, sei andato dinuovo a tutto foo....anche nei boschi. hai fatto un bel percorso, un po come il mio di domenica !