Il mio sogno? trovare l'anima della corsa.. e della vita.

martedì 16 febbraio 2010

16 febbraio 2010 - ritorno alla distanza


Penso che questo si possa considerare un'allenamento speciale. Stamattina ho mangiato presto ed ho saltato il pranzo, la bella giornata, anche se nuvolosa, segnava 17°C e si prestava per allenarsi bene. Ero in dubbio se fare molti chilometri perchè a breve parteciperò ad una mezza, ma per provare a fare quello che penso (anche se non sono scaramantico qualcosa mi dice di non scrivere il nome di quella famosa gara) non devo distrami a fare altro, prenderò le gare intermedie così come vengono. Così si lascia da parte l'idea di fare una decina di chilometri e provo ad andare sui 25. In questo mese ho già superato i 20 con fatica (una volta son uscito in condizioni pietose con vento freddo) ma piano piano mi stò adattando. Sarà una rincorsa difficile al fondo, ma voglio proprio vedere cosa riuscirò a fare. Alle 14 e 45 esco e mi dirigo verso il mare lungo strade interne. Oggi con i pantaloncini è un'altra cosa!! Certo la bottiglietta da mezzo litro mi rompe alquanto le scatole ma verrano tempi migliori con un'organizzazione più seria. Oggi decido anche di scendere fino a quasi alla Rotonda.. piccolo spazio di mare appartenente al comune di Sassari e in cui ci sarà il traguardo dell'attesa Mezza del Golfo. Io però giro a sinistra e mi faccio una bella salitina che porta ad un punto panoramico. Mi riposo 3 minuti e bevo la parte restante d'acqua. Riparto subito e mi guardo un i paesi in lontananza..si vede a decine e decine di chilometri tutto il profilo del golfo..e le montagne sullo sfondo giocano col cielo scambiandosi tinte di colore..il viola si sposa col grigio, il marrone ed il verde. Arrivo all'incrocio e la freschezza precedente delle gambe posto alla fatica, salgo nuovamente verso casa ed entro nella strada secondaria..il su e giù per lievi falsopiani circondati da campagne molto urbanizzate mi accompagnano oltre l'ora e mezza e a pochi chilometri dalla fine devo fermarmi di nuovo. La stanchezza è tanta ed i muscoli rigidi ma la velocita finale non sarà male. 3 minuti e parto..l'ultimo quarto d'ora me lo prendo più comodo, non vorrei infortunarmi per la smania di tirare troppo ed arrivare prima. Arrivo a 5 minuti dalle 2 ore con 24,9 km nelle gambe..son lì..per me i 25 km son già un buon traguardo per metà febbraio. La media finale poi è buona..con due salite intorno al 3-4% di circa 1500-2000 metri 4'36''/km finale non è male..purtroppo ancora non riesco a fare un'unica corsa continua ma piano piano andrà meglio.

10 commenti:

Francarun ha detto...

Potresti andare anche un tantino più piano nelle lunghe distanze almeno per un mesetto, poi quando ti sarai abituato al fondo lugo potresti cominciare a velocizzarti, ma sappi che quella gara non da tregua e la velocità passerà in secondo piano, intanto hai messo da parte un bel 25 km che per cominciare non è poco, il resto verrà da se. ti seguirò passo passo Davide sarò la tua ombra, sempre che a te faccia piacere !

Davide R. ha detto...

X Franca: e che non riesco mentalmente ad andare più lento..sennò non mi diverto..non mi sento me stesso..sembrerà strano ma andare anche solo a 5'/km mi indispone..lasciando andare le gambe invece mi sento libero..cmq vedrò di non esagerare troppo..quando sarò sul percorso farò più da bravo ;) ora voglio vedere anche un pò i miei limiti..cmq adesso che metto su percorsi più movimentati la velocità si abbasserà....certo che è proprio difficile tornare a correre per tanti chilometri!!..si non ti preoccupare, son lieto che mi leggi!!

paolo72 ha detto...

ottimo lavoro cmq non forzare in questi giorni per domenica che potresti arrivare imballato xche qualche bottiglia di vino devi prenderla ps scherzo ci sentiamo nei prox giorni

Anonimo ha detto...

X Paolo: sarà difficile..ci sarà parecchia gente..^_^ cmq la prenderò così come viene, ma in ogni caso adesso faccio lavori leggeri fino a sabato! a presto!

R.Davide

Paolo Isola ha detto...

Complimenti! Ottimo allenamento!
2 anni fa che ho partecipato a 2 mezze maratone, ho fatto due allenamenti lunghi di 19 km. su sterrato con saliscendi anche ripidi, entrambi percorsi in 1h57', cioè poco oltre i 6'00" al km., il primo con frequenza cardiaca media di 167 bpm, il 2° con frequenza cardiaca media di 157 bpm (ero più allenato), entrambi fatti una settimana prima di gareggiare. La prima mezza l'ho conclusa in 1h32'50", la 2° mezza in 1h32'00". Morale della favola,secondo me, non è necessario spremersi in allenamento per ottenere dei buoni risultati in gara, io sono rimasto fedele alle vecchie teorie di Arcelli che diceva che il fondo lento doveva essere corso molto lento e le qualità veloci le sviluppi con altri mezzi di allenamento

Anonimo ha detto...

X Paolo Isola: effettivamente tutti mi dicono la stessa cosa..devo proprio darmi una calmata..credo che l'importante sia rimanere in piedi e correre per quel determinato tempo piuttosto che per quei chilometri. Ne prenderò atto!

R.Davide

Anonimo ha detto...

concordo... molte volte in vista di una gara/test il riposo paga più di un allenamento...basta provare...

Francarun ha detto...

Appena comincerai a fare per esempio ( questo un tipo di allenamento che ho fatto io ) un'ora di corsa in pianura + 1h30 di salita continua vedrai che diminuirai anche inconsapevole l'andatura !
Spero che tu abbia delle salite continue almeno di 15-20 km !

Anonimo ha detto...

X Anonimo: di solito dopo 2 giorni continui di sosta mi sento veramente bene!
X Franca: si, cerdo proprio che dovrò farmi almeno 50 km per trovarla..intorno a casa non ci sono..Lago coghinas - Limbara..anche se ha una piccola discesa è tutta salita continua..sarà uno degli ultimi test, non vedo l'ora! ^_^

R.Davide

Anonimo ha detto...

good start