Il mio sogno? trovare l'anima della corsa.. e della vita.

giovedì 23 ottobre 2008

Aggiornamenti e brutte notizie..

Oggi voglio dedicare parte del post ad un'evento che è successo a Li punti (che è il luogo dove abito). Recentemente è morto (dopo un periodo in coma) un'anziano investito da un motociclista. Voglio usare questo spazio per fare le condoglianze a tutti quelli che lo conoscevano. Detto questo io purtroppo non sono molto informato sull'avvenimento e conosco solo informazioni che ho trovato nei media, che come ho detto in qualche commento prendo molto alla leggera. Questa ultima frase la sottolineo perchè non avendo vissuto l'accaduto non mi posso esprimere sulla dinamica dell'incidente e parlare della condotta del motociclista che penso che ora avrà parecchi problemi e ciò mi dispiace molto, sempre che fosse in linea con il regolamento stradale. Comunque ciò che è successo lo trovate qui.
Oggi dopo questo spiacevole evento la mia attenzione sull'accaduto soprascritto è stata riportata a galla da alcuni stupidi ragazzi in 2 moto che vedendomi benissimo, alla luce del sole e sul bordo stradale rettilineo mi hanno suonato a distanza ravvicinata (che serve solo a spaventare a morte il ciclista o il podista) e poi la seconda moto che mi superava mi ha sfiorato il braccio eseguendo in seguito una scansata dopo avermi superato. Non vi dico cosa mi è uscito da bocca mentre il ragazzo seduto dietro si girava a guardarmi come se non avessero fatto niente. Durante l'allenamento ho riflettuto sul fatto, ed ho stabilito che in ogni caso non avrei potuto fare niente, neanche se si fossero fermati, perchè tanto non mi avevano fatto del male e avrei soltanto potuto dirli che erano veramente deficienti a fare i teppisti a quel modo. Ho pensato che cosa poteva accadere se avessero sbagliato poco poco e mi avessero preso, ma cosa avrei potuto fare? probabilmente sarebbero stati dei codardi che sarebbero fuggiti. Purtroppo la vita del corridore è cosi, ci sono già passato con la bicicletta e si avanti in mezzo a ....... sempre più disposti a buttare nel cesso la vita della gente.

Cambiando argomento il 21 ottobre ho cercato di fare una bella uscita tranquilla ma le gambe giravano benissimo e alla fin fine sono usciti gli 8 km del mio giretto collaudato in 35' e 06''. Sono arrivato a casa molto stanco ma solo perchè ero già particolarmente esausto da una giornata di lezioni in facoltà.
Oggi sono tornato ad uscire e per usufruire delle ore di luce ho pensato di correre senza badare ai chilometri cercando di fare un percorso particolare tra la campagna densamente abitata intorno alla mia frazione. Alla fine ho eseguito un percorso che scoprirò solo alla fine essere di 23,100 km in 1h48'21'' con una media di 4'41'' a chilometro.

Devo dire che queste corse di distanza fatte con relativa calma fanno proprio bene, sono arrivato stanco ma ho recuperato bene e mi sento rilassato.

Alla prossima ciao.

9 commenti:

Lucky73 ha detto...

Parole Sante! Per questo cerco sempre di andare in piste ciclabili, campi sportivi e cmq zone protette ai pedoni.
Ciao!

Danirunner ha detto...

Non posso che essere solidale per quello che ti è successo e stendere un velo pietoso sull'accaduto e su quei disgraziati e irresponsabili. Comunque bravo per l'allenamento, ogni tanto correre spensierato e con qualche km in più serve a rilassarsi; fisicamente e mentalmente.

Gianluca Rigon ha detto...

No comment su quello che ti è successo ! Quella gente lì non merita un secondo della nostra attenzione.....
23,100Km a 4'41" me lo chiami allenamento calmo ! Bravissimo !

uscuru ha detto...

succede!!
e non ci possiamo fare niente, l'ignoranza oramai ha passato i limiti!!!
se t'incazzi ti rovini la serata ,e' meglio passacce sopra.
vabbe'... dopo hai fatto na bella "cosa".

Anonimo ha detto...

l'anno scorso...ore 6 di domenica mattina, strada vuota, spunta un suv che mi punta da lontano, mi piomba addosso, faccio appena in tempo a saltare e guardare dentro, è una ragazza! mi prende con lo specchietto sul braccio che comincia a sanguinare, gli tiro un sasso ma va troppo veloce, da un'altra macchina che ha visto la scena vengono urla e risate a crepapelle...

Anonimo ha detto...

dimenticavo: luciano er califfo.

Francarun ha detto...

Hai detto cose giuste, per noi podisti è sempre pericoloso correre in strada ecco perchè io cerco sempre strade secondarie ! Come diaciamo noi in Toscana: la mamma degli imbecilli è sempre incinta !

Per il tuo allenamento sei andato forte, ansi di più, stai migliorando sempre continuamente !
Bravo Davide !

Mathias ha detto...

cavolo immagino lo spavento amico..io cerco di esser sempre il più guardingo possibile,m corro contromano per aver il controllo della situazione, però quando ci son le teste vuote sulla strada ci si può far poco

giovanni56 ha detto...

Gelindo Bordin ha terminato la sua carriera professionistica a causa di un urto con un motorino.
Qua da noi i podisti lungo le strade vengono sempre rispettati, anzi sono proprio questi a volte ad adottare atteggiamenti pericolosi, tipo correre nella corsia delle auto e no sul marciapiede, occupare gran parte di una corsia correndo in gruppo, oppure correre al buio senza segnalazioni luminose.